La nostra sveglia fisiologica ci butta giù dal letto molto presto, una consistente colazione ci regala la giusta carica per le prossime ore prima di caricare i nostri zaini dell'indispensabile fotografico e della scorta di acqua necessaria ad affrontare le prime ore della giornata.

Acquistati presso un tabacchi, dietro consiglio della albergatrice, gli economici biglietti che per 24 ore ci consentiranno di usufruire della rete dei trasporti pubblici della città, raggiungiamo l'ingresso di una delle più famose e suggestive attrattive della città.

Anche qui si, nonostante la indiscutibile fama del luogo, si evidenzia la scarsa presenza turistica, evidentemente il periodo non è quello più indicato per visitare Vienna, ma a noi caldo a parte va benissimo così, non siamo quelli che si possono definire amanti delle folle.


Il biglietto per visitare Schonbrunn comprende, oltre allo spettacolare giardino, anche la visita alle principesche stanze del castello con audioguida; data l'impossibiltà di portare al seguito lo zaino fotografico troppo ingombrante e al divieto di fotografia nelle stanze interne, vengo accompagnato da una gentile hostess, a seguito del mio rifiuto a lasciare il materiale al guardaroba, in una stanza chiusa e dotata di armadietti con serratura a lucchetto dove abbandono un pò più tranquillo il mio zaino.

La Residenza Estiva

La visita alle ridondanti e ricche stanze del castello dura circa un ora, un viaggio tra i fasti della corte Viennese e la storia più o meno romanzata della Principessa Sissi e del suo infelice matrimonio con l'ultimo Imperatore d'Austria che contribuisce in modo inequivocabile ad arricchire il nostro patrimonio culturale ed a capire un pò meglio il contesto storico che ha animato per lungo tempo l'Europa ed in parte il resto del mondo.

Kronprinzengarten - Il Giardino del principe ereditario

Terminata la visita alla parte interna del castello usciamo all'esterno per iniziare l'esplorazione del grande parco di Schonbrunn e delle sua varie sezioni, ad iniziare dal piacevole giardino del Principe Ereditario che impegna la nostra attenzione per l'ultimo scampolo di mattinata in cui le temperature risultano quantomeno sopportabili.

Usciti soddisfatti dal colorato giardino nella seconda parte della mattinata, ci troviamo a dover fare i conti con una temperatura esterna asfissiante e con un astro solare implacabile, talmente forti i suoi raggi da risultare quasi insopportabili una volta usciti dalle poche zone d'ombra disponibili.

Schlosspark von Schönbrunn - Il Parco del castello

Riprendiamo la nostra esplorazione dal palazzo principale del castello, i giardini del Principe si trovano alla sua sinistra, dirigendoci verso la fontana che si nota in lontananza sulla quale troneggia, più in alto e ancor più lontana, la Gloriette; stoicamente sotto l'implacabile sole e avvolti da un aria particolarmente afosa camminiamo comunque impressionati dalla estensione del parco e rapiti dalla bellezza dei suoi giardini e dai monumenti che si intravedono davanti a noi ma anche nei vari vialetti laterali che si allontanano dal viale principale.



Neptunbrunnen - La Fontana di Nettuno

La zona della Fontana del Nettuno regala un po' di tregua dalla calura estiva grazie all'ombra degli alberi circostanti, ma anche per effetto della nebulizzazione dell'acqua che si genera dalle cascate che piacevolmente animano questo suggestivo monumento marmoreo.


Gloriette - La Terrazza Panoramica

Lasciataci alla spalle la bianca fontana iniziamo l'impegnativa risalita verso la Terrazza della Gloriette, quella che in condizioni normali sarebbe solo una tranquilla passeggiata in questo contesto risulta invece una impegnativa arrampicata, almeno così si evince dalla quantità di sudore prodotta dai nostri corpi nell' (inutile) tentativo di ridurre la temperatura corporea ed impossibilitata ad evaporare a causa della elevata umidità presente nell'aria.

Solo in alcuni tratti possiamo godere  del riparo degli alberi che corrono lateralmente in quanto il percorso beffardamente spesso se ne distacca riportandoci implacabilmente sotto il torrido sole, le scorte di acqua intanto inesorabilmente terminano....


La pausa che ci concediamo sulla terrazza della Gloriette in emozionata osservazione del panorama circostante ci permette di ricaricare le batterie in vista del ridiscesa verso il castello e le successive escursioni previste per la giornata.

Oltre alla suggestiva vista del parco di Schonbrunn, del castello e di alcuni monumenti Viennesi in lontananza, possiamo ammirare alle nostre spalle alcuni indolenti Aironi praticamente immobili nella calura godersi un minimo di refrigerio nelle vasche che presumibilmente servono ad alimentare le fontane del parco.

Nei pressi delle vasche, dietro la Gloriette, l'immancabile fontana ci permette di placare la sete e di ricaricare le nostre riserve di acqua stivate negli appositi alloggiamenti dello zaino.


Irrgarten - Il Labirinto

Römische Ruine - Le rovine Romane

Lungo il percorso di ritorno verso l'ingresso principale del castello ci concediamo la visita al divertente labirinto non facile da completare ed infine alle (false) Rovine Romane, che non sono altro che una riproduzione ottocentesca di alcune architetture e sculture tipiche della Roma Imperiale.

Avvolti da una calura quasi insopportabile usciamo soddisfatti dal bellissimo Castello di Schonbrunn, la nostra giornata però è ben lungi dall'essere finita, grazie ai mezzi pubblici raggiungiamo la nostra successiva meta: il Belvedere


Seguici anche tu!

Google+


Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy