Lago d'Iseo - Mototurismo Invernale

Il fine settimana probabilmente più freddo dell'anno, ma anche il più azzurro dal punto di vista del meteo; fatte sfogare le repressioni causate dalla pandemia della maggior parte della popolazione lombarda durante i canonici sabato e domenica, ci godiamo un tranquillo lunedì lungo le sponde le lago del Sebino.

L'intento è quello di percorrere per intero il periplo del lago in senso orario, quindi iniziando dalla sponda bergamasca per poi concludere il tracciato in quella bresciana, concedendoci, nel finale una panoramica divagazione verso uno dei "manufatti artistici" tra i più ricercati del periodo.

Quale? Beh, un pò di pazienza, lo scoprirete verso la fine della pagina, dove troverete anche la mappa del percorso ed il video dell'escursione dal nostro canale Youtube. Buona Strada 

leggi di più 0 Commenti

Iseo - Colli di san fermo

E anche oggi è andata, niente acqua sul lago d'Iseo nel primo pomeriggio, nemmeno dopo sulla strada panoramica che da Parzanica porta a Vigolo e successivamente ai Colli di San Fermo.

Le previsioni meteo per la giornata erano tutt'altro che incoraggianti, ma la sporadica presenza di qualche sprazzo di azzurro dal quale si affacciava un caldo sole, ci ha fatto decidere di partire e di dirigersi verso le sponde del placido lago Lombardo diviso tra la provincia di Bergamo e quella di Brescia. Gelato e passeggiata illuminati, e scaldati,da un insperato sole in una affollata Sarnico per poi decidere di affrontare i neri nuvoloni che si stavano addensando, risalendo le sponde del lago percorrendo strade praticamente deserte, (la minaccia di pioggia non è stato solo un male) ed infine risalire la strada panoramica che ci porta ad superare le prealpi lombarde dei Colli di San Fermo. Pochi chilometri ma di quelli buoni, di quelli che regalano soddisfazione perchè non previsti.

leggi di più 0 Commenti

Dal Lago di Iseo ai Colli di San Fermo

La logica vorrebbe sentire una "vocina" che tenta di instillare in te un dubbio sacrosanto date le condizioni non proprio favorevoli:

"ma cosa diavolo stai facendo? è un freddo boia, torna immediatamente indietro al caldo tepore di casa"

Ma la vocina non si sente. Il freddo che imperioso penetra attraverso le difese, oggi non al massimo delle loro possibilità non riesce comunque a ridurre il senso di soddisfazione che guidare la scalpitante moto regala; soprattutto sotto un cielo azzurro nel quale domina uno sfolgorante (ma poco efficace) sole.

Onestamente una mancanza c'è, ed è quella di chi solitamente occupa la sella posteriore e divide con me vita e viaggi, ma oggi freddo ed impegni non ci hanno permesso di condividere anche questa nuova ma decisamente gelida, avventura.

leggi di più 2 Commenti

Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy