Trieste: il Castello di Miramare


In effetti saremmo diretti in Istria, come da improvvisato programma (del quale trovate il report nella sezione CROAZIA), ma come spesso accade nelle nostre escursioni, anche stavolta ci facciamo tentare dalle... tentazioni!!

Ed è così che prima di lasciare l'Italico suolo decidiamo di approfittare della stupenda mattinata per una rapida visita ad uno dei luoghi più rinomati del Friuli oltre che d'Italia.

Il Castello di Miramare si dimostra straordinariamente unico fin dalla prima impressione, impossibile restare impassibili di fronte a questa perfetta fusione tra il bianco delle mura, il verde del parco e l'azzurro di un meraviglioso mare che, oggi, si fonde con un cielo parimenti intenso; un atmosfera decisamente primaverile che contribuisce a creare una suggestione davvero intensa.


Le notizie storiche dicono che questo castello ed il suo suggestivo contesto prendono forma ad iniziare dal 1856, anno della posa della prima pietra, dalla volontà di Massimiliano d'Asburgo.

Principe d'Austria ed imperatore del Messico vuole costruire una dimora adeguata al suo rango individuando nella periferia Triestina affacciata sul mare il luogo adatto allo scopo. Abbandonerà, nel 1864, insieme alla moglie il Castello di Miramare per partire alla volta del Messico dopo avere accettato la corona di imperatore-.


Il suo corpo tornerà a Trieste nel 1868 per essere poi sepolto a Vienna; Il giovane imperatore fu infatti fucilato nel 1867 dai rivoltosi repubblicani supportati dagli Stati Uniti dopo che tutti i potenziali alleati lo avevano abbandonato ad iniziare da Napoleone III e le truppe Francesi al suo comando. Manet impressionato dalla notizia, ritrae l'evento della fucilazione di Massimiliano dotando il plotone di esecuzione della divisa Francese e dando all'ufficiale al comando le sembianze di Napoleone III.

Le vicissitudini storiche successive al periodo imperiale durante il quale anche l’imperatrice Elisabetta d’Austria meglio conosciuta come "Sissi" dimorerà spesso a Miramare, vedono passare il castello sotto la bandiera Italiana al termine della Prima Guerra Mondiale con il successivo ritorno degli arredi originali precedentemente trasferiti a Vienna.

 

La Seconda Guerra Mondiale vedrà l'occupazione del maniero da parte dei nazisti per poi passare in mano Alleata alla fine del conflitto.

 

Solo nel 1954 Trieste tornerà sotto il controllo Italiano, il Castello di Miramare ed il suo bellissimo parco verranno riaperti al pubblico l'anno successivo


La nostra veloce visita termina senza avere osservato la parte interna del castello, le stanze con gli arredi originali le osserveremo in altro momento, ovvero quando sarà Trieste la meta principale del nostro viaggio. 

Oggi la nostra metà è un altra, proseguendo la nostra "fuga" dalle condizioni meteo avverse previste per questo ponte festivo, proseguiamo in sella alla nostra due ruote verso il confine con la Slovenia, destinazione ISTRIA


Seguici anche tu!

Google+


Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy