UN AMORE ....... SIBILLINO

Vi racconto una storia,una storia d'amore iniziata più di 10 anni fa e mai finita.

Una storia intensa, complicata, vissuta a distanza, ma ricca di soddisfazioni e permeata di infinite emozioni; un amore iniziato quasi per caso e consolidato nel tempo; qualcosa di incredibile per certi versi.

Un amore che sa di magico, una magia di una misteriosa Regina... la regina di un meraviglioso territorio; la regina di un regno magico ed incantato; la Regina Sibilla

Vi racconto anche un Viaggio; uno dei più emozionanti che abbia mai fatto; iniziato il 21 Gennaio 2006 per motivazioni mai sufficientemente chiarite.

Non ho mai ben compreso infatti perché, con tutto il tempo a disposizione in periodi più clementi dell'anno meteorologicamente parlando, abbia deciso di partire nel periodo più freddo. 

Anche se probabilmente la spiegazione è molto semplice ed è nascosta dentro di me; il motivo per cui in questa fredda domenica di gennaio abbia deciso di abbandonare la calda temperatura casalinga ed affrontare in sella al mio nero destriero il gelido abbraccio invernale; puntando deciso verso un luogo che sapevo straordinario e da tempo di dover visitare, ma che conoscevo anche come uno dei luoghi più freddi della nazione, non è poi così ignoto....

 

21 Gennaio 2006 - Primo Contatto Invernale

Curiosita', una grande e profonda, quasi infantile curiosita', unita alla mia infinita voglia di (in) sane emozioni, questo e' cio' che mi spinge in questo 21 Gennaio a percorre il tratto di strada che separa la mia casa da Visso nelle Marche, punto di salita ai freddi ed innevati Monti Sibillini. Erano gia' alcune settimane, dopo che una Web-cam aveva attratto la mia attenzione ,che le morbide linee della conca di Piano Grande di Castelluccio di Norcia e i bianchi Sibillini esercitavano su di me un richiamo degno delle mitiche sirene, richiamo che, al contrario di Ulisse, avrei presto seguito.   Prosegui la lettura del report originale su www.freevax.it 

16 Luglio 2006 - Forcella del Fargno

Il tracciato e' impegnativo e la marcia prosegue lenta sopratutto per le continue soste dedicate ad immortalare il maestoso paesaggio che questa escursione sta' mostrando, so benissimo che non sono il primo a percorrere questa mulattiera ma e' piacevole cullare per pochi istanti illusione di aver aperto una nuova strada tra le due vallate circostanti, indomito esploratore dell'era moderna.

Raggiungo la vetta e inizio (dopo aver ammirato la maestosità delle vette circostanti in un silenzio quasi irreale) la discesa.

Prosegui la lettura del report originale su www.freevax.it 

10/12 Marzo 2007 - I Falchi dei sibillini

Grazie alla buone condizioni climatiche affrontiamo di nuovo i monti Sibillini ed il Piano Grande, in quello che sarebbe diventato il primo raduno di una lunga serie, le cime ammantate di una candida neve caduta nella serata di domenica e nottetempo promettono consistenti emozioni, io e Marcello ultimi rimasti del gruppo dei temerari che ha affrontato le intemperie dei giorni precedenti, percorriamo la strada ormai famigliare che conduce al valico.

Prosegui la lettura del report originale su www.freevax.it

7/9 Marzo 2008 - I Falchi dei sibillini  II

Il cielo azzurro che accarezza amorevole le nostre pupille non appena usciamo da sotto il freddo lenzuolo di nebbia che ricopre la vallata è una boccata d'aria fresca dopo una apnea troppo prolungata, il grido liberatorio di gioia che sale in gola dopo un intenso brivido sulla schiena si concretizza in una sinfonia assordante di clacson, una lacrima mi riga veloce il volto, piccolo concentrato di emozioni infinite.

Prosegui la lettura del report originale su www.freevax.it

8 Dicembre 2008 - Sortita Sibillina

Un paesaggio fiabesco che non tradisce le aspettative, un abbacinante altopiano al cospetto dei monti dai profili adesso soffici sotto il gentile abbraccio, colma i nostri sguardi incapaci di comprendere immediatamente tutto quello che compone il panorama illuminato da un sole poche volte così raggiante, mentre un groppo alla gola sottolinea evidente l’emozione che risale in noi, il silenzio ringrazia il tempestivo spegnimento dei motori che adesso non possono che ferire la piacevole ma delicata sensazione che aleggia nella tiepida ed immobile aria.

Prosegui la lettura del report originale su www.freevax.it

6/8 Marzo 2009 - I Falchi dei sibillini  III


Seguici anche tu!

Google+