Oasi WWF di Alviano - Paradiso .... artificiale


E' una delle oasi del WWF più grandi d'Italia, formatasi artificialmente grazie ad uno sbarramento del Tevere realizzato negli anni '60 divenne subito rifugio per numerose specie animali, sopratutto per gli uccelli acquatici. Un paradiso da tempo adocchiato transitando sulla vicina Autostrada del Sole e osservando la folta presenza di uccelli nei tranquilli laghetti che formano il parco, ma che non avevamo mai esplorato; una lacuna che in una calda giornata di primavera verrà finalmente colmata.



All'interno del parco non è presente solo una nutrita avifauna; richiamati dalla tranquillità che il WWF ha garantito a questa zona moti animali di diverse specie si godono (visibili od invisibili) il caldo pomeriggio di metà primavera.


Se volete saperne di più sull'oasi e conoscere i giorni e gli orari di apertura, cliccate sul logo qui a fianco che vi condurrà al sito ufficiale dell' Oasi di Alviano.

Normalmente le aperture seguono questa regola: la Domenica e i Festivi dalle 10:00 a un’ora prima del tramonto dal 1° Settembre al 31 Maggio; il biglietto di ingresso dal prezzo decisamente irrisorio permette di ottenere una riduzione anche sul biglietto di ingresso al castello di Alviano; solenne fortezza Rinascimentale situata nelle vicinanze dell'oasi a protezione dell'omonimo borgo.

Purtroppo gli orari di apertura del castello non sono compatibili con la nostra tabella di marcia e quindi ci accontentiamo di osservarne le fattezze solo dall'esterno


IL CASTELLO DI ALVIANO


Il report termina qui al cospetto delle torri del castello; ma il nostro viaggio prosegue lungo le strade che sfiorano il confine tra Umbria e Lazio verso la splendida cittadina di Narni le cui immagini troverete presto nel report a lei dedicato.


Seguici anche tu!

Google+