Villa Medicea di Poggio a Caiano (PO)

Siamo a Poggio a Caiano, agglomerato urbano della Provincia di Prato che ha conosciuto la sua definitiva crescita grazie alla presenza della Villa Medicea, della Signoria Granducale e della via Pistoiese.

E siamo su di un poggio, una collina, quella che dà il nome al paese, ed è una antica dimora qui costruita, quella che nel 1474 viene acquistata da Lorenzo de Medici insieme ai possedimenti terrieri che compongono la grande tenuta agricola delle Cascine di Tavola.

E il nome di Lorenzo de Medici è sicuramente una garanzia, perché il Magnifico non è stato solo un protagonista del Rinascimento, lui ERA il Rinascimento; così come la Toscana ne era la culla.

 

La Mappa interattiva

Tra le sue innumerevoli potenzialità Google Maps offre anche quella di poter creare una mappa con i punti di interesse suddivisi per tipologia.

Abbiamo quindi potuto inserire le foto di riferimento e il link alla pagina dell'itinerario pertinente, così con un semplice click avrete la possibilità di visionare la meta di vostro interesse e poi aprire la pagina dove trovate l'itinerario che la contiene.

Inoltre cliccando sulla finestrina in alto a sinistra potete aprire la sezione laterale dei livelli e delle categorie, selezionando grazie al flag, quella di vostro interesse deselezionando le altre; la mappa infine può essere aperta nel formato ampio cliccando sul quadretto in alto a destra. 


autunno langhe

Ci sono luoghi immutabili nella loro solenne bellezza; e ci sono luoghi che modificano il loro aspetto con il cambiare delle stagioni, un mutevole incanto, eterno ma mai uguale.

Ed è qui che torniamo più volentieri.

Come nel caso delle splendide colline situate nel basso Piemonte conosciute al mondo con il nome di Langhe.

Una fama quella di queste ripide colline che non è dovuta solo ed esclusivamente al paesaggio, ma anche ad una eccellenza nella produzione di vino...

Il Giro dei Santi

Partenza prima dell'alba in questa atipica giornata di metà autunno, con il buio ancora a farla da padrone in attesa del ritorno dell'ora solare, affrontiamo l'umida pianura padana avvolta da una nebbia causata da una anomala calura che nulla ha a che vedere con il periodo in corso.

Raggiungiamo con le prime luci del giorno il margine della corona collinare che risale verso la cresta appenninica, abbandoniamo quindi la umida coltre inerpicandoci verso le vette che fanno da confine tra l'Emilia e la Liguria e la Toscana, nel duplice intento...

Franciacorta

È una calda giornata di inizio settembre quella che ci vede girellare sulle ondulazioni collinari di una delle più rinomate zone vinicole del paese: la Franciacorta.

Periodo questo di cantine aperte e quindi di visite a castelli con relative degustazioni del celebre prodotto dei filari che sia allungano sulle colline; nonostante questo la giornata è decisamente pigra e silenziosa, pochi i turisti che percorrono le tortuose strade e per lo più concentrati presso le cantine ed i castelli, con particolare predilezione per la Cantina Berlucchi. 

Degustazioni e visite che abbiamo fatto più volte... 


MONFERRATO

Nuova gita nelle terre del Basso Monferrato, splendide colline che si affacciano sulle ondulazioni di un fiume Po ancora giovane, ricche di borghi, castelli, panorami e ottimi vini.

Un itinerario che si va da aggiungere a quelli già presenti sul sito e che potete trovare nella pagina dedicata ...

Pizzo Arera

Quella di oggi è una giornata dedicata al moto-trekking anche se il sottotitolo potrebbe benissimo essere "La Lombardia che Vorrei", e continuando a leggere il report comprenderete bene il perché.

È una giornata che di base è improntata alla rilassatezza e che...

Appennini

Ore 7.00, Barberino del Mugello, più precisamente poco a sud del lago di Bilancino; e sono pronto alla partenza.

Sarà una giornata intensa, il percorso ipotizzato è parecchio lungo oltre che impegnativo, gli oltre 500 chilometri previsti son praticamente tutti senza rettilinei...

Valsessera

Breve ma divertente e paesaggisticamente accattivante, questo percorso sterrato di facile/media difficoltà che risale la Valsessera, vallata piemontese in provincia di Biella nei pressi della partenza della Panoramica Zegna lato est. A tratti impegnativo...




Iberica

Un viaggio straordinario che ci ha portato fino in Portogallo percorrendo la costa nord della Spagna per poi rientrare attraversando l'interno della Penisola Iberica.


Parigi

Da Montparnasse all'abbazia di Notre Dame passando per  Jardin du Luxembourg; questo il tragitto del nostro primo giorno in quella meravigliosa e romantica città che risponde al nome di Parigi.

Foresta Nera

La Foresta Nera, magico territorio del Baden-Wurttemberg in Germania, è Una meta avvincente che esce fuori improvvisamente nel momento in cui ti trovi ad avere 4 giorni a ...


Atene: L' Acropoli

Questa è infatti la collina sulla quale si erge l’Acropoli, parte alta e fortificata della antica Atene, risalente al VII sec. a.C. contraddistinta dal celebre Partenone ...

Alsazia

Non sappiamo se L'Alsazia possa essere riconosciuta come la regione più ricca di castelli in Europa o addirittura al mondo, ma quanto possiamo vedere (e visitare) ....


Londra

Sono sicuramente le sensazioni a caldo, è nostra convinzione, quelle che riescono meglio a dare la percezione di quanto un viaggio, un itinerario  una località sia risultata piacevole secondo...


Matera

Matera è una delle città più belle d'Italia, e lo è perché esistono i Sassi, uno straordinario agglomerato urbano la cui storia scavalca i secoli e...

Alberobello

E uno dei borghi più rinomati e conosciuti in Italia e al mondo, un borgo tra i più unici in assoluto, caratteristica questa che ...

Bernina exp.

Finalmente è giunto il momento e siamo qui alla biglietteria di Tirano che stiamo procedendo all’acquisto dei nostri biglietti per la tratta ferroviaria...

Capri

Come si giudica un’isola particolare come quella di Capri? Come si identificano le sensazioni e le emozioni che vengono stimolate...


Lady Hawke

Il Volto femminile del viaggio.

È il mio viaggio.. il viaggio vissuto con le sensazioni di una donna e visto con quello tipico sguardo femminile che inquadra perdendosi nei dettagli, in quelle sfumature che diventano colori, trasformandosi all’improvviso in emozioni, anche inaspettate.

Sono quelle piccole cose che ti restano dentro, non sai come e non sai perché, ma che solo tu vedi.   Sono profumi, sono sguardi lontani, sono sorrisi che incontri, sono albe e tramonti che in quel momento ti appartengono. Un viaggio fatto di anima,cuore e mente. Così respiro la vita, viaggiando.. Il  viaggio è meraviglia, esplorazione, curiosità, improvvisazione, ricerca, e perché no? paura;  è  la creazione di una connessione con gli spazi,  la natura,  la persona,  l’esperienza…il viaggio è libertà...  E sono tutti nomi femminili.








COLLE SOMMEILLER

Alba di una tiepida domenica di metà ottobre, il meteo sembra essere dalla nostra parte e, tranne qualche innocua velatura, il sole dovrebbe riscaldare il nostro nuovo viaggio nelle terre del Piemonte.

Ci accompagna un'alba benaugurante che si apre radiosa alle nostre spalle, anche se le temperature mattutine risultano ben al disotto della soglia dei 10° con un minimo di 5° rilevati nella deserta e a tratti spettrale cittadina di Bardonecchia. 

Ed è da qui che inizia la parte rilevante della giornata; il tempo di riempire il serbatoio ed è tempo di imboccare la stretta strada asfaltata che conduce verso Rochemolles e che percorriamo in perfetta solitudine..

FORTE JAFFERAU

Sulla carta oggi avrei dovuto affrontare solo il Sommeiller, ma una volta sceso a Bardonecchia dai 3000 mt dell'ultima mia conquista, come posso non lasciarmi tentare dal cartello che, invitante davanti a me, indica il Forte dello Jafferau?

Le due mete erano in programma già lo scorso autunno e rimandate per una serie di disavventure che rallentarono la mia corsa sul tracciato dell'Assietta e che al termine del quale mi obbligarono al rientro a casa.

La risalita da Bardonecchia fino al Forte è davvero impegnativa, ripida e dissestata mette a dura prova le mie capacità di guida in sella ad una endurona gommata stradale.

COLLE DEL NIVOLET

È una tra le mete più rinomate tra i motociclisti, ma anche tra tutti quelli che amano la montagna; il Colle del Nivolet, suggestivo valico situato nel Parco Nazionale del Gran Paradiso a cavallo tra Piemonte e Valle d'Aosta, richiama ogni estate centinaia di visitatori.

Tanto che nei giorni festivi dei mesi più frequentati, la circolazione ai mezzi a motore è permessa fino al lago di Sarrù da dove partono delle navette che portano fino al colle. Quindi perché dopo quasi 500 passi montani superati questo suggestivo tracciato si trova ancora nella nutrita lista delle "Cose da Fare"  La risposta è talmente semplice da risultare ovvia... 


EROICA 2020

In moto sulle strade polverose dell'Eroica;

Panoramico percorso Toscano progettato per essere affrontato in sella a bici del secolo scorso ma che regala infinite emozioni, soprattutto paesaggistiche, anche a chi lo affronta con mezzi decisamente meno ... eroici!!

Il tracciato, che disegna un 8 attraversando alcune delle zone più belle della regione, prende il via e termina nella ammaliante cittadina di Gaiole in Chianti, rinomato borgo delle terre del Gallo Nero.

209 chilometri, tanti sono quelli del percorso integrale...

Alpi in Solitaria

Egoismo, individualismo, voglia di solitudine,

in tanti modi si potrebbe definire lo stato d'animo che mi ha spinto a partire ed a regalarmi questa avventura. Ma forse, in fondo, e' stata solo la voglia di vedere

chi sono diventato dall'ultima volta che ho potuto parlare con me stesso per un tempo sufficientemente lungo da far si che le emozioni abbattessero la barriera che le convenzioni e la nostra vita moderna, hanno eretto tra chi sembriamo

e quello che veramente siamo......

LA CORTE DEI LAGHETTI

Abbandonato il fresco refrigerio delle acque del Maggia iniziamo la risalita della Vallemaggia, esplorazione motociclisticamente atipica dato che, normalmente,  si tende a privilegiare le valli che hanno uno sbocco tramite un passo o un valico.

In questa nostra vacanza invece effettueremo una esplorazione a tappeto della valli e delle montagne circostanti al nostro campo base, in sella ad Athena oppure calzando le nostre scarpe da trekking.

L’itinerario che andiamo ad affrontare è composto da tre vallate comunicanti, ma non abbiamo idea di cosa ci attenda, soprattutto al termine della strada...

Bernina & Stelvio

Un viaggio attraverso  alcuni dei passi alpini più famosi.

Due giorni in sella per raccogliere emozioni e per aggiungerne una in più, assolutamente nuova. Una sosta notturna sullo Stelvio in solenne ammirazione di un magico tramonto ed l'assoluto silenzio che fa da colonna sonora. Questo in estrema sintesi quanto ci proponiamo di fare in questo assolato fine settimana di inizio settembre, quando il tepore dell'estate ancora avvolge il giorno e il fresco dell'autunno incipiente caratterizza la notte ed il mattino. Soprattutto a 2800 mt 



ASSIETTA

Fortuna o sfortuna, una serie di sfortunati eventi o una serie di fortunati eventi?

E’ difficile inquadrare in una forma scaramantica determinati avvenimenti,  anche e soprattutto quando sono inseriti in un contesto particolare come quello di oggi:

una giornata che da programma si annuncia particolarmente intensa e che prevede la percorrenza di...

LA VIA DEL SALE

Non c’è solo il gusto della sfida, della voglia di superare dei limiti e di fare qualcosa che potrebbe non essere alla nostra portata o a quella dei mezzi che abbiamo a disposizione, ma c’è anche e soprattutto la voglia di scoprire di vedere posti nuovi e panorami diversi; contesti dove sia possibile provare nuove sensazioni e nuove emozioni. Per aggiungere alla nostra conoscenza del territorio un altro...

LE GOLE DEL VERCORS

Benvenuti nelle Gole del Vercors.. uno dei luoghi più suggestivi di Francia per quanto riguarda il mototurismo; una delle innumerevoli meraviglie che questa prodiga nazione è in grado di offrire.

Un luogo quasi magico dove trovarsi a proprio agio in sella alla propria due ruote, in un contesto ammaliante quanto rilassante.

Una  meta che non può mancare ...

ROUTE DES GRAND ALPES

Con ancora negli occhi l’ultima immagine regalata dal Col dell’Iseran dove le ultime luci del giorno allungano le ombre degli imponenti picchi e saturano i colori pronti al prossimo autunno iniziamo il nostro viaggio di ritorno.

L'ultima immagine di un viaggio che si è snodato in un arco temporale ristretto ma che ha regalato emozioni infinite:  quasi 20 passi superati...


I FILTRI ND 

Tra i pochi filtri che ancora sopravvivono dopo l'avvento dell'era digitale in fotografia ( e la conseguente nascita dei programmi di post-produzione) possiamo sicuramente annoverare i filtri ND ( a densità neutra o Neutral Density); lenti che con le loro caratteristiche consentono di creare effetti altrimenti impossibili, anche e sopratutto successivamente davanti allo schermo di un pc.

Le possibilità creative a disposizione del fotografo sono (ovviamente) in maniera quasi esclusiva...

RAW

Prima dell'avvento della fotografia digitale la fotografia utilizzava la pellicola come supporto impressionabile dalla luce, che penetrava in maniera controllata dall'obbiettivo creando cosi il "negativo".

Il negativo poi veniva sviluppato in camera oscura per creare così la versione positiva di quanto catturato, ovvero la fotografia.

Nonostante la difficoltà imposta da tale processo, durante lo sviluppo era possibile procedere anche a manipolazioni più o meno...

L'IMPORTANZA DI ESSERCI

In ambito fotografico esistono dei fattori molto importanti che troppo spesso tendiamo a sottovalutare se non addirittura ad ignorare, dei fattori che sono straordinariamente dipendenti dal contesto climatico che in quel dato momento caratterizza il luogo dello scatto.

Parlando di foto legate alle nostre attività preferite, quelle turistiche, per esempio, possiamo notare come la nitidezza e la perfezione di una foto molto spesso dipenda dalla “qualità” dell’aria e della luce presenti al momento dello scatto....

LA REGOLA DEI TERZI

E' una delle regole più importanti della fotografia, ma non solo, essa infatti stabilisce un metodo di composizione dell’immagine adatto ad attirare la massima attenzione possibile da parte dell’occhio umano.
E’ poco corretto infatti, per non dire sbagliato pensare che porre il punto di maggiore interesse al centro della foto sia la soluzione migliore, il nostro occhio infatti e’ abituato a cercare riferimenti diversi dal centro geometrico del soggetto osservato....


La Cavalcata appenninica

L'Appennino Tosco Emiliano/Romagnolo è senza ombra di dubbio uno dei contesti più divertenti, motociclisticamente parlando, della nostra splendida e generosa Italia; grazie alla nutrita schiera di passi montani qui rintracciabili, raggiunti e scavalcati da strade piacevolmente tortuose.

Passi che normalmente vengono raggiunti singolarmente o, in qualche caso in sequenza di due o tre, come nel caso, per esempio, dell'anello Bocca Trabaria - Bocca Seriola, oppure del trittico Futa-Giogo-Raticosa.

L'idea che portò al concepimento della Cavalcata Appenninica, nacque per caso, come al solito, e si basava sulla possibilità di collegare tutti i passi in una sequenza unica che permetta di godere al meglio di tutte le strade più belle di questo tratto appenninico.

leggi di più 2 Commenti

Insomnia - Notti di Toscana

Emozionarsi scoprendo cose nuove, questo il nostro primo scopo di viaggiatori; che essenzialmente sembra prevedere di dover esplorare il mondo in maniera progressiva alla scoperta di nuovi territori e nuove mete.

Sembra... Perché in realtà niente ha un solo aspetto, e le cose possono (e dovrebbero) essere guardate anche da diversi punti di vista per essere comprese.

O per rivelare quello che inizialmente non avevamo visto, o che non potevamo vedere in quel momento.

Possiamo viaggiare per scoprire cose nuove, ma possiamo farlo anche per vedere le cose da un diverso punto di vista, in un contesto decisamente opposto, in una luce completamente diversa, magari quando nessuno vede… perché tutti dormono.

leggi di più 0 Commenti

Matera: la notte dei Sassi

Matera è una città straordinaria, incredibilmente suggestiva grazie alla presenza di quell'agglomerato urbano unico al mondo conosciuto come "I Sassi".

Da vergogna nazionale, questa era la definizione con cui era conosciuta nell'immediato dopoguerra, a causa delle  condizioni critiche in cui viveva la popolazione numericamente troppo elevata per essere soddisfatta dal delicato ecosistema che nel secolo precedente aveva governato i sassi, a Patrimonio dell' umanità e a città capitale della Cultura a 2019; questo il cammino della rinascita di Matera.  Un luogo che non può mancare nel bagaglio culturale di un viaggiatore, sopratutto se Italiano, perché qui, e soprattutto qui, ci sono le nostre radici;  e se vogliamo comprendere da qui dobbiamo passare. volenti o nolenti.

 

leggi di più 0 Commenti


Motore di ricerca del sito


Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy