Alsazia

Non sappiamo se L'Alsazia possa essere riconosciuta come la regione più ricca di castelli in Europa o addirittura al mondo, ma quanto possiamo vedere (e visitare) di certo la pone tra le prime in questa eventuale classifica. Non esiste praticamente collina che non abbia a sua difesa i resti più o meno integri di una fortificazione medievale; il tutto solennemente dominato dai manieri più importanti e famosi della zona. I castelli più grandi sono facilmente raggiungibili e visitabili, altri sono visitabili ma più impegnativi da raggiungere, altri infine sono raggiungibili solo dopo lunghe camminate su sentieri relativamente impegnativi e non necessariamente visitabili, la degradazione dovuta al tempo e l'incuria hanno reso alcuni di loro delle tristi rovine.  Insomma, in Alsazia castelli per tutti i gusti.

Lady Hawke

Il Volto femminile del viaggio.

E’ il mio viaggio..

il viaggio vissuto con le sensazioni di una donna e visto con quello tipico sguardo femminile che inquadra perdendosi nei dettagli, in quelle sfumature che diventano colori, trasformandosi all’improvviso in emozioni, anche inaspettate.

Sono quelle piccole cose che ti restano dentro, non sai come e non sai perché, ma che solo tu vedi.   Sono profumi, sono sguardi lontani, sono sorrisi che incontri, sono albe e tramonti che in quel momento ti appartengono. Un viaggio fatto di anima,cuore e mente. 

Così respiro la vita, viaggiando.. Il  viaggio è meraviglia, esplorazione, curiosità, improvvisazione, ricerca, e perché no? paura;  è  la creazione di una connessione con gli spazi,  la natura,  la persona,  l’esperienza…il viaggio è libertà...  E sono tutti nomi femminili.



Castelli di Baviera: Hohenschwangau

Dei castelli famosi per le gesta più o meno insane del re Ludwig II di Baviera quello di Hohenschwangau è il primo da prendere in considerazione se si segue l'ordine cronologico degli eventi, ma esso non fu direttamente costruito dal celebre monarca; questa infatti fu la residenza dei suoi genitori e dove trascorse la sua infanzia e parte della giovinezza.

Il castello in rovina fu acquistato dal padre Massimiliano II re di Baviera, intorno al 1832 e fatto successivamente restaurare.

Splendidi, si dice, soprattutto i suoi saloni, ma che noi non abbiamo potuto apprezzare in quanto le visite guidate previste per la giornata erano già al completo.

Nei pressi di questo maniero il "folle" Ludwig farà costruire quello che diverrà uno dei castelli più famosi al mondo: Neuschwanstein.

leggi di più 0 Commenti

FORESTA NERA

La Foresta Nera, magico territorio del Baden-Wurttemberg in Germania, è Una meta avvincente che esce fuori improvvisamente nel momento in cui ti trovi ad avere 4 giorni a ...


IL TEMPIO DI POSEIDONE

Un padre preoccupato scruta attento l'orizzonte alla ricerca di un segnale che sostituisca la gioia alla speranza; Egeo antico re di Atene attende con ansia il ritorno del  figlio Teseo ...

LONDRA

Sono sicuramente le sensazioni a caldo, è nostra convinzione, quelle che riescono meglio a dare la percezione di quanto un viaggio, un itinerario...


LA SACRA DI SAN MICHELE

Molte volte il protettivo sguardo aveva sorvegliato il nostro transito al suo cospetto cosi come molte volte avevamo osservato meravigliati la sua imponenza ma non avevamo mai ...

ATENE: ACROPOLI

Questa è infatti la collina sulla quale si erge l’Acropoli, parte alta e fortificata della antica Atene, risalente al VII sec. a.C. contraddistinta dal celebre Partenone ...


BERNINA EXPRESS

Finalmente è giunto il momento e siamo qui alla biglietteria di Tirano che stiamo procedendo all’acquisto dei nostri biglietti per la tratta ferroviaria che...

ISOLA DI CAPRI

Come si giudica un’isola particolare come quella di Capri, come si identificano le sensazioni e le emozioni che vengono stimolate durante la visita, come si filtrano...


PROVENZA LA FIORITURA 

L'attrazione più straordinaria che questa regione è in grado di offrire è sicuramente quella legata alla fioritura della lavanda, una delle principali risorse...













Strada dell' Assietta

Fortuna o sfortuna, una serie di sfortunati eventi o una serie di fortunati eventi?

E’ difficile inquadrare in una forma scaramantica determinati avvenimenti,  anche e soprattutto quando sono inseriti in un contesto particolare come quello di oggi:

una giornata che da programma si annuncia particolarmente intensa e che prevede la percorrenza di itinerari particolarmente suggestivi, iniziando con una veloce colazione sul Colle del lys per poi proseguire affrontando in “rapida” sequenza:  Colle delle Finestre - Strada dell’ Assietta - Monginevro - Colle della Scala - Colle del Sommelier e con una piccola (praticamente improbabile) possibilità di affrontare anche lo Jafferau.

La Via del Sale

Non c’è solo il gusto della sfida, della voglia di superare dei limiti e di fare qualcosa che potrebbe non essere alla nostra portata o a quella dei mezzi che abbiamo a disposizione, ma c’è anche e soprattutto la voglia di scoprire di vedere posti nuovi e panorami diversi; contesti dove sia possibile provare nuove sensazioni e nuove emozioni. Per aggiungere alla nostra conoscenza del territorio un altro importante tassello. Un tassello che, nel caso di questo viaggio, è da tempo desiderato e che si chiama via del Sale. La rete di sentieri e strade, più o meno agibili, che mettono in comune vallate oltre la cresta montana con il maree (e per questo denominate Via Del Mare) è molto estesa, una di quelle più conosciute è quella che dalla cittadina di Monesi porta fino al limone Piemonte.



LE GOLE DEL VERCORS

Benvenuti nelle Gole del Vercors.. uno dei luoghi più suggestivi di Francia per quanto riguarda il mototurismo; una delle innumerevoli meraviglie che questa prodiga nazione è in grado di offrire.

Un luogo quasi magico dove trovarsi a proprio agio in sella alla propria due ruote, in un contesto ammaliante quanto rilassante.

Una  meta che non può mancare ...

ISTRIA

Pasqua agganciata al ponte del 25 aprile e previsioni meteo funeste costituiscono un frustrante, quanto fastidioso, connubio per chi aveva preventivato di utilizzare i numerosi giorni a disposizione per un viaggio in sella alla propria moto; una perturbazione che non sembra lasciare scampo in nessuna zona logicamente raggiungibile. O almeno così sembra...

PRIMAVERA DI LEVANTE

Portovenere è una meravigliosa località affacciata sul Golfo dei Poeti, che negli anni abbiamo più volte visitato, ma questa volta volgiamo approfondire la conoscenza di questa perla Ligure,  le ultime visite infatti hanno sempre riguardato principalmente la chiesa di San Pietro e la parte che da sul golfo, spinti dalla voglia di ripartire verso magari le suggestive 5 Terre...

ROUTE DES GRAND ALPES

Con ancora negli occhi l’ultima immagine regalata dal Col dell’Iseran dove le ultime luci del giorno allungano le ombre degli imponenti picchi e saturano i colori pronti al prossimo autunno iniziamo il nostro viaggio di ritorno.

L'ultima immagine di un viaggio che si è snodato in un arco temporale ristretto ma che ha regalato emozioni infinite:  quasi 20 passi superati...



I FILTRI ND 

Tra i pochi filtri che ancora sopravvivono dopo l'avvento dell'era digitale in fotografia ( e la conseguente nascita dei programmi di post-produzione) possiamo sicuramente annoverare i filtri ND ( a densità neutra o Neutral Density); lenti che con le loro caratteristiche consentono di creare effetti altrimenti impossibili, anche e sopratutto successivamente davanti allo schermo di un pc.

Le possibilità creative a disposizione del fotografo sono (ovviamente) in maniera quasi esclusiva...

RAW

Prima dell'avvento della fotografia digitale la fotografia utilizzava la pellicola come supporto impressionabile dalla luce, che penetrava in maniera controllata dall'obbiettivo creando cosi il "negativo".

Il negativo poi veniva sviluppato in camera oscura per creare così la versione positiva di quanto catturato, ovvero la fotografia.

Nonostante la difficoltà imposta da tale processo, durante lo sviluppo era possibile procedere anche a manipolazioni più o meno...

L'IMPORTANZA DI ESSERCI

In ambito fotografico esistono dei fattori molto importanti che troppo spesso tendiamo a sottovalutare se non addirittura ad ignorare, dei fattori che sono straordinariamente dipendenti dal contesto climatico che in quel dato momento caratterizza il luogo dello scatto.

Parlando di foto legate alle nostre attività preferite, quelle turistiche, per esempio, possiamo notare come la nitidezza e la perfezione di una foto molto spesso dipenda dalla “qualità” dell’aria e della luce presenti al momento dello scatto....

LA REGOLA DEI TERZI

E' una delle regole più importanti della fotografia, ma non solo, essa infatti stabilisce un metodo di composizione dell’immagine adatto ad attirare la massima attenzione possibile da parte dell’occhio umano.
E’ poco corretto infatti, per non dire sbagliato pensare che porre il punto di maggiore interesse al centro della foto sia la soluzione migliore, il nostro occhio infatti e’ abituato a cercare riferimenti diversi dal centro geometrico del soggetto osservato....



Castelli di Baviera: Hohenschwangau

Dei castelli famosi per le gesta più o meno insane del re Ludwig II di Baviera quello di Hohenschwangau è il primo da prendere in considerazione se si segue l'ordine cronologico degli eventi, ma esso non fu direttamente costruito dal celebre monarca; questa infatti fu la residenza dei suoi genitori e dove trascorse la sua infanzia e parte della giovinezza.

Il castello in rovina fu acquistato dal padre Massimiliano II re di Baviera, intorno al 1832 e fatto successivamente restaurare.

Splendidi, si dice, soprattutto i suoi saloni, ma che noi non abbiamo potuto apprezzare in quanto le visite guidate previste per la giornata erano già al completo.

Nei pressi di questo maniero il "folle" Ludwig farà costruire quello che diverrà uno dei castelli più famosi al mondo: Neuschwanstein.

leggi di più 0 Commenti

Esperimento... Sibillino

Un esperimento, questo del montaggio in video delle foto pubblicate nel report, che vede per la prima volta "protagonista" la mia voce narrante.

Una modalità che potrebbe rendere più facile ed immediata la visione delle varie foto che compongono un report e delle varie considerazioni da noi scritte nello stesso. 

Un esperimento che vedremo se avrà un seguito oppure no...


0 Commenti

Il Magico Inverno delle Crete Senesi

Ci sono luoghi che sono in grado di rilassare e di mettere pace, che sanno curare quelle che sono le nostre quotidiane frustrazioni; luoghi che ispirano tranquillità e pace stimolando un rilassamento quasi improbabile, dove il tempo sembra scorrere in maniera diversa e dove tutto appare armonico, rasserenante.

Un mondo che appare quasi  irreale nella sua tranquillizzante staticità e nelle sue ondulate forme, ma che di fatto esiste ed è lì davanti ai tuoi occhi; e mentre osservi gli andamenti sinuosi e l’armonia che il lavoro dell’uomo e della natura hanno creato lavorando in perfetta simbiosi,  il tuo sguardo si perde verso l’orizzonte carezzando le dolci colline. Ed è allora che il tempo, improvvisamente, perde di significato, e tutto appare diverso perché l’ansia, la fretta, e le insoddisfazioni qui perdono vigore, significato. Ed è Pace. 

leggi di più 0 Commenti

La Tempesta sul Lago (di Como)

E' una classica bella giornata invernale nordica/padana di inizio anno: cielo azzurro, velato da leggera foschia, temperatura bassa ma non così tanto da risultare (troppo) fastidiosa, e strade densamente popolate dato che questo è un giorno lavorativo.

Lavorativo per molti, ma non per me, dato che ho deciso di dedicare questa giornata alla prima escursione motociclistica del 2019; un itinerario non particolarmente impegnativo che mi porterà ad effettuare il periplo del Lago di Como con una breve divagazione verso il Lago di Lugano attraverso la Val d'Intelvi.

La partenza prevista in prima mattinata viene posticipata a causa di problemi tecnici (dove cavolo avrò messo in terzo strato del giubbotto???) e le temperature non risultano particolarmente rigide ma l'assenza della parte mancante del giubbotto si fa sentire.

leggi di più 0 Commenti

Questo è il racconto di un Viaggio, un resoconto che non si limita alla semplice esposizione di un itinerario fine a se stesso ma che segue le tracce di un ben più ampio percorso di vita.

Non scriveremo quindi solo di viaggi e di itinerari ma ci inseriremo in un contesto ben più articolato che comprende anche sensazioni, emozioni , esperienze, gastronomia, enologia,  fotografia, avventure, idee, sogni e tutto quello che può in qualche modo essere legato a quel lungo Viaggio che è la Vita.

Moto, macchina, aereo, (ma anche  le nostre gambe nei suggestivi percorsi trekking) risultano utili, ma non vincolanti: I nostri Viaggi vengono effettuati in ogni tratto con il mezzo più adatto e nelle modalità più opportune senza preclusioni o condizionamenti.  

 

Viaggi , Fotografia, trekking...

Ma non scriveremo solo di viaggi, fotografia e trekking...

 Grazie alle sensazioni e alle emozioni  trasmesse principalmente dalle numerose immagini e dagli itinerari dettagliati , Ali per Viaggiare diventa così  non solo uno stimolo al Viaggio, ma anche e sopratutto  un prezioso strumento per viaggiare con la fantasia.


Seguici anche tu!

Google+


Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy