Il percorso che porta ad un "corretto" utilizzo,  e al raggiungimento dello scopo prefissato, della macchina fotografica denominata reflex non risulta sostanzialmente diverso da quello che ci porta ad apprezzare correttamente il nostro Viaggio disponendo delle corrette basi necessarie al suo apprezzamento.

Innanzitutto occorre stabilire se la reflex sia effettivamente ciò di cui abbiamo bisogno per tentare di "catturare" parte delle emozioni che viviamo durante il Viaggio, perché se è vero che lo scopo finale è importante è anche vero che importante è il mezzo con il quale raggiungerlo; utilizzare un qualcosa di inadeguato alle nostre esigenze potrebbe penalizzare pesantemente il risultato finale, creare frustrazioni e spingere ad una progressiva perdita di feeling con il mondo della fotografia.

Diventerebbero sempre più i momenti in cui la nostra macchina fotografica giace nel suo ricovero piuttosto che appesa al nostro collo....

Nonostante quello che il marketing ci comunica costantemente (il loro scopo è vendere il prodotto creando il bisogno, non soddisfare i nostri reali bisogni), la reflex anche nella versione più bassa disponibile è e resta un prodotto semiprofessionale, o se vogliamo, da amatore evoluto; da individuo quindi che ha ben chiare le proprie esigenze e le proprie attitudini, compresa quella di sacrificare un minimo di praticità a favore di una ipotetica (ma non immediatamente disponibile) maggiore potenzialità

Innanzitutto occorre chiarire una cosa fondamentale, nonostante ciò che ci viene propinato continuamente dai media la foto non la fa la macchina, la foto la fa il fotografo, spesso infatti ci si fa fuorviare dall'illusione che dotandosi di prodotti sempre più performanti la qualità delle nostre foto possa progressivamente migliorare (e questo non accade solo in campo fotografico), ma le cose purtroppo, o per fortuna, non stanno proprio cosi e l'equazione reflex = belle foto non si soddisfa con questi pochi parametri.

Quindi prima di lanciarsi nell'acquisto di una bella e performante Reflex occorre rendersi conto di quelle che poi saranno le condizioni da soddisfare per il suo corretto utilizzo e che non è scontato che dal suo sensore usciranno automaticamente belle foto.


 

In primis occorre valutare accuratamente ingombri e peso, la reflex per quanto compatta sarà comunque un qualcosa di molto più ingombrante e sicuramente più pesante di una Compatta di ultima generazione e quindi dovremo essere consapevoli che ciò che dovremo portarci appresso  metterà a dura prova la pazienza del nostro collo e sarà alloggiata in una borsa o zaino che proprio piccolo non è.

Altra considerazione da fare riguarda quella legata al parco ottiche da prevedere in dotazione, uno dei vantaggi delle macchine reflex è quella legata alle infinite possibilità date dalla sostituzione degli obbiettivi in funzione delle esigenze/situazioni, se si pensa di usare la reflex con un solo obbiettivo forse conviene optare per una compatta o una prosumer/bridge, più pratica e meno ingombrante.

 

 

Al nostro corpo macchina quindi dovremo abbinare anche qualche ottica, 2/3 credo che sia il minimo indispensabile a giustificare la nostra scelta, pensando al nostro settore tipico/turistico di utilizzo, un paio di zoom (indicativamente in 18/70 e un 70/300) possono bastare per iniziare dignitosamente; il tutto ovviamente ce lo dovremo portare sempre appresso risultando anche immediatamente disponibili al cambio di ottica ogni qualvolta la cosa si renda necessaria.

E per sempre appresso intendo sempre, lasciare in macchina o nel bauletto della moto la nostra dotazione fotografica in balia dei malintenzionati potrebbe non risultare una buona idea.

 

 

Ultima considerazione infine, sappiate che il sistema espandibile delle Reflex potrebbe quasi diventare una droga per voi, in un crescendo di esigenze e valutazioni potreste ritrovarvi con una dotazione di decine di obbiettivi e alcuni corpi macchina, oltre a cavalletti, flash e ammennicoli vari, impegnando capitali economici anche rilevanti... ma di questo e di come gestire correttamente le nostre pulsioni parleremo in altro momento.

 

Se tutto quanto fin qui espresso non vi ha minimamente spaventato allora potreste essere pronti ad acquistare la vostra prima reflex, un primo passo che però occorre fare con oculatezza e con cognizione di causa, sempre seguendo la regola del passo dopo passo consapevoli che quanto andrete a realizzare dipende da voi per quanto riguarda  la bellezza ed il contenuto emozionale, alla reflex e alle relative ottiche spetta "solo" la perfezione tecnica dello scatto, spesso intesa come nitidezza e resa dei particolari.

 

(Continua)




Seguici anche tu!

Google+