Turismo

Turismo · 19. giugno 2018
Sapevate che la lavanda fiorisce anche in Piemonte? Non è proprio come in Provenza, onestamente, ma qualche soddisfazione fotografica ci si può togliere ugualmente. I campi fioriti in questione si possono ammirare sui dolci rilievi che ondeggiano nei dintorni di Sale San Giovanni, piccolo centro della provincia di Cuneo nelle immediate vicinanze delle famose Langhe. Il percorso da seguire non è facile da trovare, occorre seguire la strada che da Sale San Giovanni va verso Alba...
Turismo · 17. giugno 2018
La spiaggia che vedete in foto è la spiaggia di Menton in Francia, compresa tra la frontiera italiana e il Principato di Monaco in una domenica pomeriggio di metà giugno. Quello che sicuramente salta subito all'occhio è la scarsità le persone che affollano la spiaggia, tanto da renderla tranquilla e facilmente praticabile; la prima considerazione che viene in mente è che la spiaggia di Menton e la stessa cittadina non siano poi così frequentate oltre che risultare turisticamente poco rinomate.

Turismo · 11. maggio 2018
Normalmente viene riconosciuto come il Vulcano del Monte Busca, o "Il più piccolo Vulcano al Mondo" ma in effetti non è proprio un vulcano, non ne ha le caratteristiche tipiche; però resta una manifestazione della natura che vale la pena visitare anche per la sua dislocazione geografica e panoramica.
Turismo · 07. maggio 2018
La sagoma diroccata ci osserva silente ogni volta che passiamo da questa divertente strada situata nei pressi di Murlo, sulla direttrice che dalle zone della Valdorcia e Montalcino conduce danzando verso la val di Merse e San Galgano ed oltre fin sulle colline metallifere. Siamo nella Toscana più vera. Ogni volta però la nostra voglia di cedere alla curiosità e fermarsi per osservare meglio la rocca e conoscerne la storia aveva sempre dovuto arrendersi alla emozionate danza che l'ondulante...

Turismo · 04. maggio 2018
Nel 1202 Semifonte capitolò definitivamente alla offensiva militare ( e politica) della città destinata a diventare dominatrice assoluta dei territori Toscani, ma la rabbia dei Fiorentini non si placò con la vittoria, oltre alla totale distruzione di tutte le costruzioni cittadine venne vietata la edificazione di qualsiasi fabbricato sul terreno che un tempo ospitava la sconfitta contendente. A perenne monito per chiunque avesse inteso sfidare la potenza di Firenze.
Turismo · 30. aprile 2018
La lunga ed intensa storia che ha condizionato, nel bene e nel male, queste terre, ha lasciato tracce profonde ed indelebili sia a livello culturale sia a livello di testimonianze artistiche. Grandi meraviglie ma anche e sopratutto piccoli gioielli, spesso poco conosciuti come la meravigliosa Massa Marittima; anticamente eretta sulle colline metallifere che ormai degradano a mare

Turismo · 18. aprile 2018
Io sono il niente, io sono carne da macello, io sono una apparizione senza gloria e senza onore, sono il grido di dolore che si sperde tra mille nella notte, sono il sangue del quale anche il sommo poeta narra, sono la carne che calpestano insensibili gli zoccoli dei cavalli, sono ciò che ma ha avuto diritto a che mai avrà onore, polvere che torna polvere senza che la storia ne narri le gesta ne onori la vita. Io sono voi, io/noi siamo la storia.
Turismo · 12. aprile 2018
Ma è ancora più meraviglia quando ci rendiamo conto della unicità di questa area archeologica, la coesistenza delle costruzioni romane con quelle realizzate molti secoli più tardi si rivela incredibilmente armonica, come se il tutto fosse parte di un unico millenario progetto architettonico. L'incanto trova il suo apice nella zona del Teatro dove al meglio si esprime la perfetta ma casuale fusione con i due stili architettonici entrambi intelligentemente restaurati...

Turismo · 05. marzo 2018
...Un filo conduttore spesso inconscio che ci porta a seguire le tracce dei Romani successi fino ai confini stessi dell’impero alla sua massima estensione, avvenuta tra il 98 ed il 117 d.C. sotto uno degli imperatori più famosi della storia, quel Traiano di Hispanica nascita che ci introduce (involontariamente) alla visita di una delle città Romane più rappresentative in terra di Spagna: Tarraco.
Turismo · 14. gennaio 2018
Un esperienza unica ed imperdibile quella che ti permette di visitare la Camargue più selvaggia in sella ad un bianco cavallo tipico di queste suggestive zone. Escursioni adatte a tutti, dal principiante all'esperto; di durata variabile, da un ora alla giornata intera ed anche oltre.

Mostra altro


Seguici anche tu!

Google+


Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy