· 

Parco della Maremma: San Rabano

Quello di san Rabano (il primo che affrontiamo in questa due giorni) è forse uno degli itinerari più celebri del parco della Maremma, forse perché la visione delle rovine dell'antico centro monastico regala una suggestione superiore a quella degli altri itinerari; ma il percorso, di circa 10 km, nel suo complesso offre sicuramente meno attrattive rispetto ad altri tragitti che si possono seguire all'interno del parco.

Per raggiungere i resti dell'abbazia si percorre un sentiero di media difficoltà che si dipana in mezzo al bosco offrendo poche, per non dire nessuna, occasioni di osservazione del panorama circostante; a fitta boscaglia solo in rari casi si dirada consentendo di vedere le dolci ondulazioni maremmane situate ad est, mentre il colore del mare si riesce a vedere solo raggiungendo i due punti di osservazione posti a poche centinaia di metri dalla abbazia

La fondazione dell'abbazia risale al XI secolo ed era collegata alla vecchia Aurelia tramite una strada conosciuta con il nome di "Strada della Regina"; fu un importante centro di controllo della zona ricca di risorse fino al XII sec. quando la crisi dell'ordine Benedettino  che causò la trasformazione in fortilizio intorno al 1336; data di costruzione della torre militare.

L'abbazia venne definitivamente abbandonata e successivamente smantellata quando nel 1438, Siena divenne padrona assoluta del territorio.


Il percorso è di recente "costruzione" e va ad integrare quello già esistente denominato A1 ben più lungo; prende il via dal cimitero di Alberese e, come dicevamo, non è impegnativo, il dislivello da superare per arrivare al cospetto della abbazia si affronta con una salita dolce e progressiva mai ripida, quello che penalizza un pò la marcia è la mancanza di stimoli visivi lungo il percorso.

Per altre informazioni consigliamo di consultare il sito ufficiale del parco, date anche la differenti modalità di visita esistenti tra estate ed inverno.

I Punti di Osservazione

A circa 600 e 800 mt dalla abbazia si trovano due punti di osservazione panoramica che permettono di godere della suggestiva vista del sottostante parco e del mare; quando il meteo lo permette si riescono ad osservare anche i profili dell'isola d'Elba e della Corsica, ma oggi non è quel giorno...

Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy