· 

Il Magico Inverno delle Crete Senesi

Ci sono luoghi che sono in grado di rilassare e di mettere pace, che sanno curare quelle che sono le nostre quotidiane frustrazioni; luoghi che ispirano tranquillità e pace stimolando un rilassamento quasi improbabile, dove il tempo sembra scorrere in maniera diversa e dove tutto appare armonico, rasserenante.

Un mondo che appare quasi  irreale nella sua tranquillizzante staticità e nelle sue ondulate forme, ma che di fatto esiste ed è lì davanti ai tuoi occhi; e mentre osservi gli andamenti sinuosi e l’armonia che il lavoro dell’uomo e della natura hanno creato lavorando in perfetta simbiosi,  il tuo sguardo si perde verso l’orizzonte carezzando le dolci colline. Ed è allora che il tempo, improvvisamente, perde di significato, e tutto appare diverso perché l’ansia, la fretta, e le insoddisfazioni qui perdono vigore, significato. Ed è Pace. 

Une delle tante caratteristiche che fanno di questi  territori dei luoghi unici, è la loro non-stagionalità: la meraviglia che qui si prova non è legata ad una particolare stagione,  ognuna di esse ha infatti aspetti emozionanti se presa singolarmente. 

Emozionante,oggi,in pieno inverno, osservare il debole vigore dei primi germogli che sfida il freddo alito invernale per cangiare in verde il brullo marrone dei colli.

Ma il vero incanto lo si prova osservando e comprendendo  l’intero Ciclo delle Stagioni, infinita sequenza di vita e morte che sempre si rinnova e che guida il paziente lavoro dell’uomo.

Stagione dopo stagione.

Anno dopo anno.

Mai noiosa.

 

Inaspettate "catture"

Un antico mare... immobile

Dalla dissoda tura del terreno, alla semina, al germogliare delle piantine che poi diventano rigogliose e adornano di verde velluto le colline prima aspre e brulle, fino ad arrivare all’appassimento estivo e alla mietitura; per poi ricominciare…

Ed è questo probabilmente che ti spinge ogni volta a tornare, perché sai che ogni volta non sarà mai uguale a quella di prima, e che anche i capricci del cielo possono aggiungere suggestione a quello che vedrai.

Ed allora non puoi fare altro che tornare ad ammirare questo antico fondale, di un mare estinto milioni di anni fa.

Simbiotica Armonia

Ed anche oggi, in questa fredda giornata d'inverno, subiamo i capricci del cielo; prima azzurro e dominato da uno sfavillante sole si dota poi, di una molesta copertura nuvolosa che cela, in parte la luce diffusa da una debole foschia.

Sembra difficile in queste condizioni catturare immagini particolarmente suggestive, il chiaro scuro dato dalle zone in ombra e da quelle illuminate a cui fa da sfondo un cielo tendente al bianco rende complicata l'azione delle reflex; e alcuni dei diversi appassionati presenti abbandonano. Eppure anche questa è realtà, anche queste sono le Crete Senesi, ed il compito della reflex è quello di catturare questa realtà e non quella che avremmo sperato. Perchè il bello è ovunque, basta saperlo riconoscere e apprezzare.

La Gelida Carezza Della Sera

Immutabile caratteristica delle giornate invernali,  legata al breve periodo di luce disponibile, fa si che giungano ben presto le ombre della sera e l'aria, non più riscaldata dal debole sole, carezza la faccia con il freddo respiro di un arido gennaio.

Ma è un attimo magico, nel quale osservare i raggi del sole che giocano tra le nubi nel tentativo di farsi strada ed illuminare ancora le colline con la luce arancio del tramonto.

Poi è tempo di scomparire all'orizzonte colorando cielo e nubi di tenui sfumature prima di scomparire definitivamente e lasciare che sia la notte a prendere possesso di questa magica terra.

Una notte densa e impenetrabile dove nulla sembra muoversi e dove le umane attività sono praticamente assenti; il grido degli animali notturni scuote il silenzio; è tempo di tornare a casa.

Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy