· 

Vacanze Romane - Primo Assaggio

Il viaggio post-capodanno è un nostro classico, sarebbe un crimine non approfittare del fermo lavorativo dovuto alle festività per visitare nuove mete; magari quelle che in altri periodi risultano meno interessanti o troppo affollate.

Quest'anno purtroppo si aggiunge una variabile in più data dalla pandemia che limita in maniera consistente il flusso turistico straniero verso il nostro paese; oltre a cancellare tutte le tipiche attività del periodo che si tenevano in diversi centri urbani. 

Ed è quindi a fronte di queste condizioni che prendiamo in valutazione una meta da tempo in lista ma che per tanti motivi è stata sempre rimandata e dalla quale manchiamo da molto, troppo, tempo:

Roma, la città Eterna, che solitamente risulta molto affollata in questo periodo.  Ma non in questo inizio 2022

Basta una veloce ricerca web per capire che le suddette condizioni possono permettere una entusiasmante quanto rilassante visita alla imperiale capitale, la disponibilità di alloggi è infatti (tristemente) molto vasta e i prezzi di affitto degli appartamenti ridotti in maniera sostanziale, in alcuni casi alche più del 50%; sicuramente a causa come già detto, dell'assenza del turismo straniero, fondamentale per numero e potenzialità economiche per una città come Roma.


Il Video della Giornata



Ed è così che in questo 2 gennaio 2022 partiamo alla volta della capitale d'Italia per prendere possesso del nostro appartamento in pieno centro di Roma, zona campo dei Fiori, a due passi da Piazza Navona, logisticamente perfetto per poter esplorare le maggiori attrattive cittadine con l'esclusivo uso delle gambe e dotato di tutto ciò che serve per non dovere obbligatoriamente dipendere da strutture gastronomiche esterne.

 

Dopo una giornata di intensa attività fisica rientrare a casa e rilassarsi dopo la doccia senza dovere uscire di nuovo è sicuramente piacevole, questo ovviamente se c'è chi, come me, trova rilassante e piacevole preparare la cena per tutta la famiglia.

Ma non temete, ci sarà modo di apprezzare anche la cucina romana, come potrete vedere leggendo i vari report dedicati a questa tre giorni Romana

Piazza Navona


Castel Sant'Angelo

La nostra passeggiata ci conduce fino alle sponde del Tevere dalle quali si iniziano a vedere alcune delle meraviglie di questa infinita città; il ponte di Castel Sant'Angelo ci introduce suggestivamente al cospetto del monumentale Castel sant'Angelo conosciuto anche come Mausoleo di Adriano. 

La costruzione di questo mausoleo funebre risale al 139 a.C., al suo interno verranno tumulate le salme dell'Imperatore Adriano, della moglie, Vibia Sabina, dell'Imperatore Marco Aurelio e altri importanti attori del periodo, anche negativi come il tristemente famoso Commodo. Nei secoli successivi perderà la sua funzione divenendo parte del sistema difensivo cittadino; oggetto di contesa tra le famiglie più potenti per secoli, diverrà museo a seguito di attenti restauri a partire dall'Unita d'Italia.

 il nome attuale deriva dalla presunta apparizione dell'arcangelo Michele a papa Gregorio I durante una processione, che avrebbe dichiarato la fine della pestilenza che afflisse Roma intorno al 590 d.C


Superato castel sant'Angelo abbandoniamo l'idea inziale di proseguire il cammino verso il Vaticano; in lontananza si vede una moltitudine di persone che affolla Piazza San Pietro e, ricordandoci che oggi è domenica, decidiamo di rimandare la visita almeno a domani.

Ponte Vittorio Emanuele II

Riprendiamo il cammino verso il centro cittadino attraversando questo monumentale ponte costruito tra il 1889 e il 1911 e adornato di gruppi scultorei inneggianti alla patria e alla unità d'Italia. 

La corta giornata di gennaio inizia a dare segni di cedimento mentre le ombre della sera abbracciano la Capitale.


Largo di Torre Argentina

Il Pantheon

La Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi, che raggiungiamo dopo avere costeggiato il Pantheon davanti al quale si snoda una lunga coda per l'accesso, è sicuramente uno dei monumenti più visitato e affollato di Roma, grazie alla sua straordinaria bellezza e alla sua fama conquistata anche grazie a celebri pellicole cinematografiche (Anita Ekberg che invita Marcello Mastroianni ad entrare nella vasca della fontana è una delle scene più celebri del cinema italiano, ma non solo); celebrità che purtroppo richiama anche centinaia di "selfisti" tra i quali non è semplice farsi largo per realizzare i nostri scatti.

Difficile anche il tenere ben salda la reflex, condizione necessaria ai tempi di scatto più lunghi con scarsità di luce, a causa dei continui urti e spintoni di invasati autoscattanti...


Piazza di Spagna

Ultima tappa della giornata che ammiriamo anche dalla celebre scalinata di Trinità dei Monti, contesto animato quello odierno ma che nemmeno lontanamente si avvicina a quello affollatissimo tipico del periodo pre-pandemia.

La mancanza della quasi totalità di turisti stranieri pesa molto, ma anche le presenze nostrane risultano di molto ridotte, purtroppo.

Ormai allo stremo delle nostre forze ci dirigiamo verso la nostra romana abitazione percorrendo una sfavillante e lussuosa via dei Condotti fino a raggiungere il quartiere di Campo dei Fiori dove siamo alloggiati.

Rilassante cena grazie alla cucina in dotazione all'appartamento e via a letto, da domani si farà sul serio.

Scrivi commento

Commenti: 0


Motore di ricerca del sito


Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy