· 

Dal Lago di Como al Balcone d'Italia

Quello di oggi è un giorno davvero particolare, è il primo giorno infatti in cui è possibile uscire di casa senza un "motivo valido", il primo della seconda fase della pandemia che da fine febbraio ha sconvolto il mondo e tutte le nostre abitudini.

Una limitazione resta in effetti, quella di non uscire dalla propria regione, ed è quello che oggi faremo, percorrendo le strade del lago di Como, che sono state teatro della nostra ultima escursione prima del cosiddetto "Lock-Down"  iniziato per la Lombardia l'8 marzo 2020.

Si inizia da dove avevamo finito, ma sull'altra sponda.

Il giorno in questione è un lunedì, e non come poteva essere logico pensare, domenica, per questo motivo sono pochi i "turisti" che si godono la splendida giornata lacustre, sotto un cielo azzurro e riscaldati da un sole ormai proteso verso l'estate.

I Video dell'Escursione


Cernobbio



Carate Urio


 

Il Giardino pubblico ma riservato ai soci è una delle "stranezze" del luogo;  noi comunque stiamo ancora pensando a come fare il bagno sul sagrato della chiesa, perché onestamente ieri non ci siamo riusciti.

Probabilmente perché non era ancora stagione...

 



Brienno

Ondeggiamo placidamente, seguendo il ritmo dell'increspato lago, lungo le sponde dove si susseguono paesi dove la presenza umana è appena percettibile. 

Nonostante la ripartenza il mondo è ancora immobile, ma le sensazioni che trasmette, se le sleghiamo da quello che stà accadendo risultano quasi positive.  Perchè pace e silenzio, risultano piacevoli in un mondo prima caotico e rumoroso


Una Chiesa della Madonna...


Argegno - Sala Comacina

Lenno: Pausa Pranzo

E' il primo giorno anche per quanto riguarda la riapertura dei ristoranti, da oggi possono tornare a  lavorare ma le linee guida

regionali sono state diffuse solo ieri sera e  non c'è stato tempo di adeguarsi.

Per quelli aperti resta solo la possibilità di servire il pranzo da asporto.

Ma se hai la possibilità di mangiare su di un comodo muretto ombreggiato vista lago in assoluta solitudine, dove stà il problema?



Il Ristorante – Trattoria del Grifo

"cucina tipica del Lago di Como, attentamente curata e sapientemente miscelata"

 

Il suggerimento della gentile proprietaria di pranzare sul lago viene prontamente accolto, la nostra richiesta di degustare qualcosa di tipico del lago prontamente accolta dalla capace cuoca che si precipita in cucina e, scaduto il tempo che serviva possiamo finalmente festeggiare questa prima uscita.

Quelle che ci vengono sapientemente preparate sono le specialità della casa: alborelle in carpione, polenta con missoltini e il risotto col pesce persico, accompagnati da dell'ottimo Franciacorta rosè ghiacciato.

Ed è meraviglia!!!



Villa Sola Cabiati


Menaggio

Il Balcone d'Italia

Il nostro tranquillo incedere, complice la pausa pranzo, non ha permesso di macinare molti chilometri, ma non era quello che avevamo in mente di fare.

Volevamo semplicemente tornare a vivere, ad assaporare tutte quelle piccole situazioni che, forse, si davano troppo per scontate e che ti accorgi solo quando non puoi più goderne di quanto fossero importanti. Ma noi lo sappiamo e lo abbiamo sempre saputo, ed è per questo che oggi non abbiamo fretta e ci godiamo quello che ci circonda, con calma, senza ansia.

Con il piacere di poter vivere un giorno, che potrebbe certo essere l'ultimo per umana condizione, ma è anche vero che è il primo di quella che speriamo con tutti noi stessi sia una rinascita.

In un mondo nuovo.


Lo spettacolare balcone in bilico tra Italia e Svizzera, costituisce la tappa finale della giornata, da adesso sarà il percorso sarà quello che ci riporterà verso casa; un tragitto che sottolinea la particolarità del momento che stiamo vivendo suggerendo tante sensazioni che speriamo servano, non solo a noi, ad immaginare e costruire una società davvero diversa. 

Perchè rientrare a Milano nell'ora di cena di un giorno feriale, senza trovare traffico lungo le arterie principali risulta decisamente piacevole, ma è l'ultimo tratto con le luci del tramonto alle spalle in un contesto dove pochi veicoli ancora si muovo verso casa a regalare la maggiore emozione.

Quella di una città a misura d'Uomo, dove è bello essere a casa per tempo e dove poter apprezzare anche la vita al di fuori di un ufficio, una fabbrica e una coda in tangenziale.

La Mappa dell'Itinerario

Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy