· 

Castelli d'Alsazia

Castello di Haut-Kœnigsbourg
Castello di Haut-Kœnigsbourg

Non sappiamo se L'Alsazia possa essere riconosciuta come la regione più ricca di castelli in Europa o addirittura al mondo, ma quanto possiamo vedere (e visitare) di certo la pone tra le prime in questa eventuale classifica.

Non esiste praticamente collina che non abbia a sua difesa i resti più o meno integri di una fortificazione medievale; il tutto solennemente dominato dai manieri più importanti e famosi della zona.

I castelli più grandi sono facilmente raggiungibili e visitabili, altri sono visitabili ma più impegnativi da raggiungere, altri infine sono raggiungibili solo dopo lunghe camminate su sentieri relativamente impegnativi e non necessariamente visitabili, la degradazione dovuta al tempo e l'incuria hanno reso alcuni di loro delle tristi rovine. 

Insomma, in Alsazia castelli per tutti i gusti.

Castello di Haut-Kœnigsbourg

E' uno dei monumenti più visitati di Francia, un numero di ingressi notevole che può pregiudicare la fruizione di questo importante e suggestivo castello, sopratutto nei mesi estivi... a meno che non ci si presenti al cancello di ingresso alle ore 9,15 del mattino, orario di apertura, ed essere tra i primi a varcare la porta di ingresso. Ovvero quello che abbiamo fatto.


Quello che colpisce inizialmente, oltre alla grandezza e alla imponenza, è sicuramente il suo perfetto stato di conservazione; ma esso, scopriremo poco dopo l'ingresso, non è dovuto ad una serie di eventi conservativi e di una storia "clemente" ma ad una precisa imperiale volontà.

La su costruzione risale al XII secolo nell'intento strategico di controllare le vie del Vino e del Grano oltre a quelle del sale e dell'argento; verrà quasi completamente distrutto durante il sanguinoso conflitto che devastò l'europa centrale tra 1618 e il 1648: La Guerra dei Trentanni.

Completamente abbandonate, le antiche rovine diverranno proprietà nel 1899 dell'imperatore Guglielmo II, al tempo l'Alsazia faceva parte dell'impero Tedesco, che ne commissionò immediatamente la ricostruzione.

I lavori di ricostruzione richiederanno, per la loro imponenza, quasi 10 anni, ma solo nel 1918 il castello  tornerà al suo originale splendore; ma a seguito della sconfitta subita nel 1918 dalla Germania al termine della Prima Guerra Mondiale, l'Alsazia e il Castello di Haut-Kœnigsbourg appena restaurato, torneranno sotto il controllo della Francia.

Purtroppo non per molto...

Kintzheim - Ortenburg - Ramstein

L'elevato numero di castelli presenti tra le verdi e rigogliose vigne ed i monti Vosgi, richiede una selezione drastica, (non è possibile visitarli tutti se non avendo un tempo quasi infinito a disposizione) che prevede la visita di quelli più facilmente raggiungibili; dobbiamo scartare purtroppo quelli che prevedono lunghe camminate e tempo che non abbiamo dato che di mete in programma ne abbiamo molte.

Mete che serviranno ad approfondire la conoscenza di questa splendida ed inesauribile regione Francese.

Les Trois Châteaux


Unica deroga a quanto deciso è rappresentata dalla breve escursione a Les Troix Chateaux, ovvero le tre torri che restano di un unico maniero di epoca medievale dalla quali si gode di una panoramica vista sulle vigne sottostanti e sul Castello di Hohlandsbourg, nostra prossima meta. 

Per raggiungere le rovine bastano circa 15 minuti di facile cammino.

Château du Hohlandsbourg

E' la fortezza più grande di Alsazia, ma non offre grandi emozioni se si esclude il meraviglioso panorama che da qui si può osservare sulla vallata sottostante e sui la catena dei Vosgi, a meno che non siate dei bambini.

Il Castello offre infatti numerose attrazioni e manifestazioni dedicate ai più piccoli, i quali ovviamente rappresentano la parte maggioritaria delle presenze; per noi adulti resta il dubbio se quanto visto  meritasse il prezzo del biglietto...  

I castelli che seguono sono ubicati nella parte nord dell'Alsazia, quella sovrastata dalla catena dei Vosges du Nord al confine con la Germania; i realtà questi castelli non sono stati visitati nello stesso giorno dei precedenti, ma per praticità di elencazione sono stati inseriti in questo report dedicato, appunto, ai castelli d'Alsazia.

Château fort de Fleckenstein   (Vosges Du Nord)


Costruito su di uno sperone roccioso è stata per secoli una fortezza inespugnabile; distrutta nel 1680 dai soldati francesi conserva ancora quanto serve ad ammaliare il visitatore.

Le sue rovine arroccate sulla selvaggia cresta ed i vertiginosi paesaggi che da qui si ammirano attirano ogni anno migliaia di turisti; si consiglia per questo motivo di arrivare presto in zona e di essere tra i primi a visitare il castello se si vuole godere di un minimo di tranquillità e di suggestione.

Château du Schoeneck  (Vosges Du Nord)


Quella al castello di Schoeneck è l'escursione più lunga e faticosa che ci siamo concessi in Alsazia, circa 25/30 minuti di salita poco impegnativa al fresco riparo di un fitto bosco, per arrivare alle rovine di questa antica rocca nascosta sui Vosgi del Nord.

La visita vale sicuramente la fatica spesa, le rovine pazientemente restaurate da una associazione privata risultano decisamente accattivanti; la stessa risalita al punto più alto del castello regala delle emozioni data la difficoltà che si incontra in alcuni tratti del percorso.

Una "pericolosità" del percorso di visita che in Italia non consentirebbe la visita ma che qui, come in altre situazioni simili in Francia, viene superata con l'adozione di un semplice cartello che richiama alla responsabilità personale: qui entri a tuo rischio e pericolo.

Château de Lichtenberg  (Vosges Du Nord)

Questo castello del XIII sec. adagiato su di una dolce collina è probabilmente uno dei più belli d'Alsazia, almeno tra quelli che abbiamo potuto visitare; la posizione prettamente strategica lo renderà protagonista in diversi momenti importanti della storia fino ad arrivare, nonostante tutto, ben conservato fino ai nostri tempi.


Route des Châteaux et Cités fortifiées d'Alsace

Quanto elencato è solo un piccola parte dei Castelli che in questa regione si possono trovare seguendo il proprio sguardo e la cartina, oppure mediante la Route des Châteaux et Cités fortifiées d'Alsace che unisce in un suggestivo percorso buona parte delle medievali fortezze disseminate sul territorio.

Un itinerario suggestivo ed emozionante che richiede però una buona disponibilità temporale per essere affrontato nella sua interezza, dato il grande numero di castelli disseminati sul territorio e le modalità di visita non sempre agevoli; ma anche parzialmente sfruttato regala infinite emozioni.

Scopri il Report Completo dedicato all' Alsazia

Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!

Google+


Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy