· 

Sarteano; Ignorata Perla di Toscana

Viaggiare per conoscere, per comprendere per crescere, oppure per mettere una "tacca" per dire "anche io ci sono stato".

Ed è così che ci sono (pochi) luoghi affogati dal turismo e (tanti) luoghi che raccolgono le briciole in agosto e poco più...

Luoghi che sono meravigliosamente godibili e pieni di risorse troppo sottovalutate, tranquilli nella loro magica unicità e suggestivi nella loro incorrotta identità.

Ma deserti, perché venire qui non serve per dire "io ci sono stato"

Come accade per la meravigliosa Sarteano, perla del sud della Toscana, affollata in agosto ma completamente deserta in questo, piacevolmente tiepido, sabato di febbraio dominato da un cielo azzurro e da un sole accecante.

Il Video dell'escursione


Quasi 20° gradi di temperatura e solo due turisti: noi.

 

 

Turisti che si godono la tranquillità della cittadina e si apprestano a visitare il borgo e il rigoroso maniero che lo domina.

Il Borgo medievale




La visita al castello, la cui fondazione potrebbe risalire  al XI sec, inizia con le piacevoli spiegazioni, racconti e aneddoti che il custode/bigliettaio del castello con estrema passione e trasporto elargisce ai visitatori;

Questa è probabilmente una delle poche positività della scarsa affluenza turistica, (se fosse assediato giornalmente da centinaia di turisti maleducati il suo approccio sarebbe probabilmente diverso) ma crediamo che ci sia anche una via di mezzo tra la folla e l’oblio: un turismo di qualità e di cultura dedito ad accrescere il sapere e non le  "spunte" sui di una lista.

Il castello Medievale


Il Camminamento di Guardia

Ristorante Spirito di...vino

Terminiamo la nostra mattinata in quel di Sarteano concedendoci un pranzo tipico in uno dei ristoranti della zona dove continua la nostra "solitudine" ; siamo infatti solo noi a degustare le ottime pietanze del ristorante "Spirito di.. Vino" e solo più tardi, a ridosso della chiusura, arriverà una coppia di anziani abitanti del luogo ansiosi di degustare il Peposo di Chianina.

Che ovviamente non ci siamo fatti scappare, inseme ad un antipasto toscano misto e dei pici al ragù di chinina.

Qualcuno ha fatto il bis!


Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy