· 

Il Castello di Lerici

La bella cittadina di Lerici affacciata sul golfo di La Spezia è stata più volte teatro delle nostre escursioni, ma questa è la prima volta che ci dedichiamo alla visita della incombente fortezza che sovrasta il borgo ligure. 

La prima fortificazione realizzata su questo promontorio a picco sul mare risale al XII sec., si tratta di una torre realizzata per mano della Repubblica di Genova, che in forte espansione territoriale verso est, acquisisce il dominio di Portovenere e Lerici.

In forte contrasto con la repubblica Pisana che domina la costa Toscana, Genova perde il controllo di Lerici nel 1241 a favore dei nemici Pisani.  Fu durante il periodo di dominazione Pisana che il Castello assunse le fattezze che ancora oggi sono visibili; breve periodo, dato che dopo soli 15 anni Genova ne riprese il controllo.


La citazione che si può leggere sopra l'ingresso della cappella di sant'Anastasia ricorda la riconquista da parte di Genova del 1256; sostanzialmente il castello restò Genovese per lungo tempo anche se passò di mano per brevi periodi, come quello sotto la Firenze dei Medici, ma gli interventi sulla struttura furono minimi e quello che adesso possiamo ammirare ogni volta che sia arriva in questa solare cittadina ligure è di fatto di Pisana realizzazione. 


La prima rampa di scale ed il camminamento esterno introducono alla porta di ingresso al castello; da qui si accede ad una ampia sala e alla cappella di Sant'Anastasia; risalendo al secondo piano si accede alla terrazza esterna dalla quale si gode una straordinaria vista sulla città di Lerici e su tutto il golfo dei Poeti chiuso ad ovest dal promontorio che ospita la meravigliosa Portovenere.

«L'anno milledugentocinquantasei Genova, combattendo, mi ritolse.

Cinse poscia i fianchi miei che i suoi diritti a tutelar si volse.

Stia senza me chi l'armi ognor non resse, e mi pianga chi m'ebbe e mi neglesse»




Scrivi commento

Commenti: 0

Seguici anche tu!



Privacy e Cookie

Privacy Policy
Cookie Policy